A rischio c’è il futuro occupazionale dei 24 dipendenti della Soes, la società che gestisce il servizio a pagamento nel territorio di Erice.  La prossima settimana, le lavoratrici e i lavoratori protesteranno con un sit in, dinnanzi la sede del Comune in viale Crocci 1 in contrada Rigaletta, per chiedere garanzie sul loro futuro occupazionale. La Filcams Cgil di Trapani e Confintesa hanno indetto la protesta contro la mancata convocazione di un incontro, chiesto oltre venti giorni fa alla sindaca di Erice, per discutere della gestione delle strisce blu dopo il 30 novembre prossimo, termine in cui scadrà l’ulteriore proroga alla Soes Spa.  “Dalla data in cui scadrà la proroga – dicono il segretario provinciale della Filcams Cgil Anselmo Gandolfo e della Confintesa Giuseppe Monaco – il servizio di sosta a pagamento rischia di cessare se il Comune non provvederà a indire una nuova gara d’appalto o a predisporre gli atti necessari per affidare la gestione delle strisce blu a una delle due partecipate individuate dall’Amministrazione comunale, FuniErice o Atm. Rispetto a entrambe le possibilità i tempi sono molto stretti e il rischio è quello di perdere i livelli occupazionali”.