La Polizia di Stato di Trapani, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Trapani Caterina Brignone, ha tratto in arresto Gaspare Bonanno, trentaduenne trapanese, pluripregiudicato, ritenuto responsabile di rapina aggravata. Il 29 giugno scorso, nel primo pomeriggio, in Corso Piersanti Mattarella, Bonanno, dopo aver forzato il portone d’ingresso del palazzo e poi quello dell’appartamento, si è introdotto nell’abitazione di una donna di ottanta anni, che vive da sola. L’anziana in quel momento si trovava in cucina; veniva sorpresa alle spalle dall’uomo, afferrata per le braccia e costretta a camminare fino alla camera da letto. Qui Bonanno, con inaudita violenza, scaraventava a terra la donna e cominciava a frugare nei vari cassetti, all’interno dei quali trovava 35 euro e gioielli del valore di oltre 4 mila euro. Impossessatosi di soldi e preziosi, il rapinatore si dava poi alla fuga su un motorino.[su_spacer]

 La donna, dolorante a una spalla e alle braccia e con qualche contusione, ha chiamato subito dopo il 113 e ha raccontato quanto accaduto agli uomini delle Volanti e della Squadra Mobile. Grazie alle immagini registrate da diversi impianti di videosorveglianza presenti intorno al luogo della rapina, gli uomini della Sezione reati contro il patrimonio della Squadra Mobile hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico di Gaspare Bonanno, che hanno consentito al Pubblico Ministero Franco Belvisi di chiedere la custodia cautelare in carcere. L’arrestato è stato condotto nel carcere di San Giuliano.

Leave a Reply

Your email address will not be published.