“Comprendo le legittime preoccupazioni esternate dal Consigliere Delegato dell’Ente Luglio Musicale; preoccupazioni che sono le stesse dell’Amministrazione che, da mesi, unitamente agli uffici preposti – che, per quanto dichiarato del Consigliere Delegato mi terrebbero in ostaggio – si sta sforzando di ricercare ogni possibile soluzione percorribile, sotto il profilo della legalità e del rispetto delle norme, ai gravi problemi economico-finanziari che affliggono l’Ente Luglio Musicale, Ente che, per la sua alta valenza culturale, oltre che per rappresentare l’identità culturale dell’intera collettività trapanese, non può e non deve cessare di esistere, pur se ritengo tali esternazioni fuori luogo e non rispondenti alla realtà”. [su_spacer]Così, in una nota stampa, il sindaco di Trapani, Vito Damiano.

“Comunque – conclude Damiano-, mettendo da parte polemiche che, di certo, non giovano al raggiungimento dell’obiettivo comune, sulla questione è stato chiamato a pronunziarsi anche il Consiglio Comunale convocato d’urgenza per la valutazione di una proposta prodotta dai competenti Uffici e presentata dall’Amministrazione”. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.