Trapani: Furti all’interno delle autovetture, il fenomeno dilaga in città

Imperversa in città l’ondata di furti perpetrati da ignoti a danno dei cittadini. Il modus operandi è sempre il medesimo: i malviventi frantumano il vetro dell’autovettura rubando dal suo interno oggetti di valore più o meno discutibile, come carte di credito, banconote, borse, occhiali da sole e perfino profumi, pochette per i cosmetici e un gratta e vinci ancora integro. Il dato più preoccupante è che le violazioni sono effettuate, per lo più, in zone nevralgiche e centrali della città e in orari diurni. Nei pressi di via Trenta Gennaio, di via Fardella, di via Nausica e al porto, solo per citarne alcuni. Le segnalazioni giungono da cittadini che, nelle prime ore pomeridiane, hanno parcheggiato l’automobile per pochi minuti proprio davanti la loro abitazione, o che si sono diretti in centro per effettuate acquisti. Si aggiunge inoltre il disappunto di alcuni clienti di noti ristoranti trapanesi che, al termine del pranzo, si sono ritrovati a pagare un conto inaspettato.

Nell’ultimo mese ormai i casi non si contano più, tanto che non è possibile sperare si tratti di singoli episodi. È invece un fenomeno diffuso e capillare quello che, alla luce del sole, sta minando la sicurezza pubblica dell’intera cittadinanza. I malviventi agiscono con fulminea destrezza senza risparmiare colpi: dalle autovetture ai furgoni, dalle traverse secondarie alle arterie principali della viabilità. Si invitano pertanto i cittadini a prestare la massima attenzione in merito agli oggetti lasciati incustoditi o in bella vista all’interno delle autovetture: che si tratti di borse, tablet o monetine, poco importa. Inoltre, per chi avesse già subito danni in tal senso, conviene denunciare tempestivamente l’accaduto in modo da facilitare l’intervento delle forze di competenza.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *