Armati di spranghe, pale e bottiglie di vetro, avevano seminato il panico in pieno centro storico aggredendo e colpendo con violenza coloro che incrociavano nel corso del loro raid. A farne le spese alcuni ragazzi che stavano trascorrendo la serata nei vari locali. La Polizia ha individuato e denunciato per i reati di lesioni personali aggravate, detenzione di oggetti atti ad offendere, minacce e danneggiamento i tre giovani responsabili della scorribanda. Si tratta di due fratelli rispettivamente di 26 e 20 anni e un altro ragazzo di 23 anni. Nel corso della loro azione, i tre avevano ferito alla testa, attraverso un oggetto contundente, un giovane, il quale era stato costretto a ricorrere alle cure del nosocomio trapanese Sant’Antonio Abate.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.