Organizzato dall’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme e dalla Fondazione Pasqua2000, venerdì prossimo 15 aprile con inizio alle ore 21.00, si terrà il secondo appuntamento con il ciclo d’incontri: “Lettere dall’al di qua” sulle domande radicali della letteratura del novecento.  Dopo Dino Buzzati, venerdì sarà la volta di approfondire il tema della  salute “malata” nel capitolo “La moglie e l’amante” dal romanzo “La coscienza di Zeno”  di Italo Svevo, tra i primi autori italiani a rinnovare i temi e le forme della nostra produzione letteraria . La coscienza di Zeno, suo capolavoro, è  il “poema” della follia e della nevrosi dell’uomo contemporaneo in cui Zeno, uomo che “trionfa” perdendo, aspira ad una “salute” irraggiungibile che scopre poi nella sua stessa “malattia”.[su_spacer]

L’incontro si terrà presso l’Oratorio “San Rocco” in via Turretta a Trapani. La riflessione sarà guidata da Baldo Palermo, docente di letteratura italiana e latina presso il Liceo Classico “Cielo d’Alcamo” di Alcamo mentre la lettura di alcuni brani sarà affidata alla voce di Giancarlo Cara.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.