Carabineri e Polizia hanno ritrovato la motoape del M5s. Era nascosta in un locale di via Pietro Mascagni, al civico 19. Una sorta di magazzino, terra di nessuno, apparentemente abbandonato e in un immobile diruto, dove sembra vi fosse una piccola officina per lo smontaggio di mezzi e motocicli.

Dentro c’era una seconda motoape, anch’essa di provenienza furtiva. La polizia sta operando i rilievi scientifici. Le indagini di polizia e carabinieri sono ancora in corso per risalire alla proprietà e disponibilità del locale e agli autori del furto perché siano assicurati alla giustizia. Il ritrovamento del mezzo si deve alle decine di tempestive segnalazioni e testimonianze che sono giunte al M5s, alla Polizia e ai Carabinieri, sia nell’immediatezza della denuncia da parte del Movimento, sia nel corso della giornata odierna.

«Ringrazio la Prefettura per essersi attivata, Polizia e Carabinieri per il sollecito intervento e per la verifica delle decine di segnalazioni che sono giunte dai cittadini – ha detto il candidato sindaco per Trapani del M5s, Giuseppe Mazzonello -. Su quest’ultimo aspetto mi piace soffermarmi.

È indubbio il merito delle forze dell’ordine e la sensibilità della Prefettura, ma quello che hanno fatto i cittadini e l’aspetto più importante dell’intera vicenda. È un segnale preciso, una richiesta di legalità, controllo del territorio, volontà di escludere ed emarginare chi attenta al vivere civile vivendo ai margini della legge o costantemente violandola in danno dell’intera comunità. È un segnale di una collaborazione costruttiva, concreta ed efficace con le forze dell’ordine».

Leave a Reply

Your email address will not be published.