Dopo aver ritrovato i 3 punti in campionato e dopo il passaggio del turno in Coppa Italia contro il Siracusa, il Trapani cerca la vittoria in un campo ostico e contro una Fidelis Andria che ha ottenuto settimana scorsa il primo successo stagionale in campionato. I ragazzi di Calori, dopo aver battuto nettamente la Virtus Francavilla per 3-1, si sono sbarazzati, seppur alla lotteria dei rigori, del Siracusa martedì scorso; Calori ha fatto riposare molti dei suoi e ha schierato una formazione piuttosto rimaneggiata in vista del delicato impegno di campionato. Dal canto suo la squadra pugliese viene dalla roboante vittoria per 5-1 ottenuta contro l’Akragas, che ha visto protagonista uno scatenato Scaringella, autore di una tripletta.

Calori, in vista della trasferta contro la Fidelis Andria, perde capitan Pagliarulo ma ritrova Maracchi nell’undici titolare, ed ha espresso tutta la sua preoccupazione in vista della sfida di domani: “Troveremo una squadra che ha perso poche volte, che è difficile da scardinare e dovremmo dare il 100% per batterli; giocano un 3-4-3 con tre attaccanti molto veloci, molto bravi e che hanno gamba, dovremmo stare molto attenti in fase di non possesso perché potrebbero farci male. Il campionato è molto aperto, le squadre più continue da qui alla fine verranno fuori e noi dobbiamo essere pronti per ogni battaglia, per sfidare ogni squadra su qualsiasi campo; come ho sempre detto noi dobbiamo fare la corsa su noi stessi e provare a vincere ogni partita fino alla fine del campionato. Ho ancora dei dubbi di formazione, mancherà sicuramente Minelli oltre a Legittimo, Aloi e Ferretti. Noi come squadra dobbiamo cercare delle certezze, perché le qualità ce le abbiamo e ce la giocheremo fino all’ultimo con le due di testa, anche se pensiamo partita per partita e adesso siamo concentrati sull’Andria. Bisogna dimostrare di essere più bravi sul campo, non a parole perché con le parole non ha mai vinto nessuno.”

Mister Papagni, subentrato alla quattordicesima giornata a mister Loseto, dovrebbe schierare una formazione piuttosto offensiva con il classico 3-4-3 che vede in Nadarevic (ex dell’incontro) un punto di riferimento nel trio offensivo. Dopo aver ottenuto ben 10 pareggi e solo 3 sconfitte, settimana scorsa la formazione pugliese ha ottenuto il suo primo successo che ha riportato entusiasmo nella tifoseria e ha permesso ai bianco-azzurri di portarsi a -1 dalla zona salvezza. Il mister ha presentato così la sfida contro i granata: “Siamo reduci da un’ottima vittoria fuori casa che però ci deve far restare con i piedi per terra; sicuramente domani affronteremo una big del campionato e cercheremo in tutti i modi di metterla in difficoltà. I granata hanno un organico da categoria superiore ma li abbiamo studiati bene in settimana e speriamo di riversare in campo tutto quello che abbiamo fatto in allenamento; loro concedono molto alle squadre avversarie perché sono una formazione molto offensiva e noi dovremmo essere bravi a sfruttare le occasioni che ci concederanno”

Sabato di fuoco nel girone C con due delle tre squadre di vertice impegnate in trasferta; il Trapani proverà ad avvicinarsi alle prime due della classe e ritrovare il successo esterno sfumato al 94’ in quel di Matera per tornare, almeno per qualche ora, a -5 dalla vetta.

*foto di proprietà del Trapani Calcio

Leave a Reply

Your email address will not be published.