Era scontato che la vecchia mafia castellammarese utilizzasse vecchi sistemi  per nascondere le armi, altrettanto scontato che i carabinieri sapessero dove andare a cercarli. Lo hanno fatto ed il risultato è stato positivo. Certo, forse altre armi saranno nascoste da qualche parte, la ricerca continua. Intanto ci fermiamo al ritrovamento di ieri, apparentemente poca cosa: due fucili, proiettili. Certo non è l’arsenale di cui avrebbero discusso Spatuzza e Messina Denaro nel corso di un incontro organizzato da “Tempesta” che in questo modo si è accreditato avendo di fronte due boss di primo piano.

Ma seguiamo il comunicato stampa che sul ritrovamento ha fatto il comando dell’arma: “Carabinieri  del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, nel corso dell’operazione denominata “Cutrara”, in cui sono state eseguite 14 ordinanze di custodia, hanno, contestualmente, eseuito decine di perquisizioni.


In particolare, è stata eseguita una minuziosa perquisizione tesa a verificare quanto emerso nel corso delle pregresse attività investigative, ovvero che DOMINGO Francesco, indentificato quale vertice della famiglia mafiosa di Castellammare del Golfo, avesse occultato delle armi in un fondo agricolo nella sua disponibilità. L’attività di perquisizione ha richiesto la partecipazione di diversi reparti specializzati anche di altre Forze Armate: lo Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia, le unità addette alla ricerca di armi del Nucleo Cinofili di Palermo, il 4° Reggimento Guastatori e i Vigili del Fuoco con un escavatore.


All’esito della perquisizione sono stati rinvenuti armi e munizionamento vario, abilmente occultati in punti diversi della proprietà: in un tubo in pvc, interrato sotto un cumulo di pietre, sono stati rinvenuti n.2 fucili doppietta cal.12 in buono stato di conservazione, n.26 cartucce calibro 12 di varie marche e diametro di pallini e n.10 proiettili cl.38 , mentre sotto un secondo cumulo di pietre, era occultato un barattolo in vetro con ulteriori n.3 proiettili calibro 12. Tutto il materiale rinvenuto è stato immediatamente posto sotto sequestro poiché detenuto in assenza di titoli di polizia”.

                                                                           A.V.

Leave a Reply

Your email address will not be published.